Perché scegliere un partito che alle scorse regionali è stato il meno votato nel Medio Campidano?

Perché nella vita bisogna essere coerenti. Bisogna essere coerenti ai propri valori e ideali. Qualcuno mi ha detto: perché non ti sei candidato coi 5 stelle o Lega che avresti preso più voti?

La risposta è molto semplice: non si sceglie un “partito” per convenienza ma lo si sceglie perché rispecchia i tuoi ideali. I Riformatori Sardi sono un partito che ha una natura “ibrida”, nel senso che è per certi versi sia liberale che democratica; in più è un partito Sardo ma con vocazione nazionale e europea. I miei valori e ideali sono perfettamente coincidenti con lo Statuto del partito.

Nella vita sono un libero professionista e quindi la libera iniziativa economica e la libertà in generale fanno parte integrante del mio pensiero e del mio agire. Sono democratico in quanto credo fortemente nell’uguaglianza tra gli uomini e che tutti debbano avere pari opportunità: tuttavia, ritengo che poi ognuno debba meritarsi ciò a cui aspira.

I Riformatori Sardi sono democratici anche perché usano lo strumento del Referendum, che garantisce il maggior ascolto della volontà popolare. Sono, come me, orgogliosamente Sardi ma non in un’ottica chiusa e diffidente ma orgogliosamente aperti all’Europa e al Mondo intero.

Per questi motivi, sono e sarò sempre orgogliosamente un Riformatore Sardo.